La formazione a distanza e l'eLearning hanno visto nel tempo una serie di evoluzioni dettate dalle nuove tecnologie.

Abbiamo visto negli anni che i corsi progettati per il computer (PC based) sono diventati fruibili online (Web based) e sempre più ricchi di funzionalità grazie alle piattaforme di eLearning; successivamente, la formazione online diventa "sincrona" con il supporto del web conferencing e dopo poco evolve in "sociale" come esperienza didattica condivisa nei social network.

L'ultima evoluzione è lo sbarco dell'eLearning sul mobile che grazie all'ampiezza di banda disponibile ci consentirà di utilizzare tablet e smartphone come strumenti di apprendimento disponibili ovunque e nei momenti che desideriamo.

Vorrei a questo punto azzardare una evoluzione possibile futura dell'eLearning partendo da tecnologie che si stanno affermando in questi ultimi tempi: i Fit Devices.

Per Fit Device intendo sia i dispositivi dedicati (braccialetti, portachiavi, orologi elettronici), sia applicazioni installabili su smartphone che ne estendono in tal senso le potenzialità: questi dispositivi hanno funzionalità tali da poter monitorare il movimento, rilevare e registrare dati, geolocalizzare.

Inoltre, tutti questi dispositivi hanno funzionalità che consentono di impostare dei piani (un allenamento, una dieta, un percorso, ecc.), verificare i risultati, condividere le informazioni, ottenere statistiche.

Sarebbe possibile usare questa tecnologia in ambito eLearning?

Forse sì, a patto che si usi in modo innovativo e realmente a valore aggiunto.

Certo che per una formazione prettamente concettuale e nozionistica potrebbe essere del tutto superfluo, ma per interventi formativi che prevedano una qualche forma di confronto con attività da svolgere e un monitoraggio di risultati, il Fit Device potrebbe essere sicuramente di ausilio: oltre, ovviamente, al mondo dello sport, potrebbe essere utilizzato per i corsi di "outdoor training" e formazione esperienziale, e per quei corsi in qualche modo legati al contatto con il mondo esterno.

Sicuramente si renderebbe necessario un grosso sforzo progettuale per definire al meglio tutte le componenti (contenuti, parametrizzazioni tecnico informatiche della piattaforma e dei dispositivi, interazione uomo/macchina) che indubbiamente ci porta a pensare ad una rinnovata centralità dei seguenti elementi fondamentali:

  • la piattaforma di eLearning che sarà in grado di erogare formazione online ed elaborare le informazioni monitorate dai dispositivi;
  • l'autore di corsi eLearning nel suo ruolo di progettista di interventi formativi tali da rendere efficaci (ed eventualmente personalizzabili) le informazioni monitorate ed acquisite dai dispositivi Fit Device.

Vedremo nel prossimo futuro quali integrazioni si riusciranno a mettere in atto, quali saranno le problematiche da affrontare e i risultati ottenuti in termini di efficacia formativa.